FREQUENCY ASKED QUESTIONS


OVVERO LE DOMANDE E LE CURIOSITÀ
CHE CI VENGONO RIVOLTE PIÙ FREQUENTEMENTE

Quali sono le sostanze chimiche che possono danneggiare la cute?

Oli minerali, derivati da petrolio, siliconi oppure tensioattivi (saponi) aggressivi come i sulfate.
Queste sostanze grasse (oli minerali, petrolati e siliconi) agiscono da veri e proprie pellicole per la pelle oppure, nel caso dei saponi, sgrassano troppo, come un detersivo per i piatti.

Perché è importante scegliere un buon shampoo?

E' importante scegliere un buon shampoo per non aggredire la prima barriera del mio corpo: la pelle ed il manto acido idro-lipidico. Già con uno shampoo non aggressivo si prevengono molti inestetismi come le irritazioni, le disidratazioni e le desquamazioni.

Come si sceglie un “buon” shampoo e come lo riconosco?

Un buon shampoo si sceglie non tanto per la profumazione, l'immagine del prodotto o il nome, bensì per gli ingredienti di cui è composto.
Bisognerebbe saper leggere la nomenclatura Inci o almeno gli Ingredienti base che lo compongono. Spesso vengono pubblicizzati uno o più principi attivi contenuti nel prodotto. Questo non basta! Uno shampoo deve principalmente lavare ma senza aggredire la cute, quindi dovrebbe essere privo di di agenti aggressivi come i solfati. Questi ultimi, definiti tensioattivi, sono i principali componenti che causano delipidificazione, secchezza, irritazione e rossori cutanei.

Se lavo cute e capelli in maniera aggressiva, che tipo di reazione adotta la pelle?

La cute è un vero e proprio organo, con funzioni di difesa e di contenimento. Essa è innervata e di conseguenza, una volta aggredita, la pelle reagisce con desquamazione e prurito. Qualora si persista con pratiche igienico-cosmetiche non idonee si infiamma, si arrossa e si possono manifestare stati forforali o, nei casi più gravi, eczemi. Inoltre, il sistema pilo sebaceo, per tamponare le situazioni di emergenza a cui è sottoposto, favorisce la secrezione sebacea e sudorale. Molto spesso, alcuni inestetismi, quali l'iperidrosi e la seborrea o la generica untuosità, si verificano proprio perché aggrediamo il cuoio capelluto con pratiche igieniche aggressive e con i servizi tecnici che offrono poca protezione.

Che altro tipo di alterazioni, causate dalla detergenza, si possono verificare sul cuoio capelluto?

Purtroppo i detergenti possono provocare molte alterazioni sul capillizio. Possiamo avere prurito e irritazione, eccesso di seborrea se sgrassiamo troppo la cute, una desquamazione se vengono aggrediti gli enzimi e un capello arido e opaco che assorbe molta acqua o non riesce a bagnarsi.
La seboaffinità e la “non enzimotossicità” degli ingredienti utilizzati da Fisiocosmesi permettono di detergersi senza aggredire il film idro-lipidico della cute e senza rovinare lo stelo del capello.

Posso lavarmi i capelli tutti i giorni?

Certamente, con gli shampoo FISIOCOSMESI della linea TRICOSAN, visto che non contengono solfati, è possibile lavarsi i capelli tutti i giorni. FISIOCOSMESI, nella formulazione dei propri detergenti, pone particolare attenzione al sistema enzimatico della cute. Gli enzimi sono essenziali per la corretta idratazione del cuoio capelluto, per il corretto mantenimento del manto acido idro-lipidico e per il corretto trofismo e sviluppo del capello. Non alterarli, non aggredirli, non eliminarli, permette di avere una situazione di equilibrio ottimale.

Che cos'è FISIOCOSMESI?

FISIOCOSMESI è un laboratorio di Ricerca totalmente Italiano che ha creato per gli acconciatori professionisti e i loro clienti il metodo TRICOSAN.
Il metodo è nato dalla convinzione che esiste un modo migliore per preservare la salute e l'igiene della pelle, dei capelli e dell'ambiente in cui viviamo.

Cos'è il metodo TRICOSAN?

Il metodo TRICOSAN è composto da 10 regole fondamentali a cui l'acconciatore si deve attenere e rappresenta l'aspetto più propriamente applicativo che si basa non solo su un attenta formulazione dei prodotti, idonei a mantenere inalterato lo stato fisiologico del capillizio e a prevenirne eventuali squilibri, ma anche su un approccio completo in grado di rendere l'acconciatore un professionista all'avanguardia e attento alle esigenze dei propri clienti.

Quali sono le caratteristiche nella formulazione dei prodotti TRICOSAN?

Nel mercato odierno si fa un gran parlare di prodotti naturali. Ma ci siamo mai chiesti cosa ciò significhi. Per correttezza vi diciamo che un prodotto non si potrebbe formulare con solo sostanze naturali; deperirebbe nel giro di pochi giorni. Il nostro motto, molto più coerente, è usare quanta più natura possibile e usare sostanze chimiche quanto basta. Esso consiste nel fornire prodotti sicuri e affidabili ai consumatori, privi di solfati, siliconi e profumazioni artificiali.

Che cosa è un “peeling” e quale è la sua funzione?

Peeling è un termine della lingua inglese utilizzato per indicare un tipo di trattamento estetico finalizzato alla esfoliazione dell’epidermide. In cosmesi il peeling è accompagnato da altre due tipologie di esfoliazione, il gommate e lo scrub. Tutte tre le tecniche consistono in sostanza nella rimozione di quello strato superficiale di cellule morte e sporcizia che viene ad accumularsi col tempo sulla pelle, favorendo pertanto l'ossigenazione dei tessuti, il rinnovamento della cute e previene il cosiddetto “incarnimento” dei peli.
La differenza tra le tre tipologie di esfoliazione sta nel metodo e nei prodotti utilizzati:
Lo Scrub viene considerato un esfoliante di tipo meccanico, al suo interno contiene sostanze quali sali o polveri o gherigli di semi che effettuano un'esfoliazione meccanica. Infatti il prodotto applicato sulla pelle e massaggiato, permette la desquamazione di queste cellule, apportando maggior luminosità all'epidermide e permettendo una migliore penetrazione delle sostanze cosmetiche applicate successivamente. Se ne consiglia l'uso principalmente su pelli ispessite facendo attenzione nel massaggio a non abradere l'epidermide.
Il Gommage è un esfoliante più delicato, che contiene al suo interno polvere più sottile, di avena o riso ecc. È sempre un esfoliante meccanico perché necessita di movimenti "gommanti" che si attuano sulla pelle al fine di eliminare le cellule morte in modo meno aggressivo per l’epidermide. Adatto a pelli sensibili, l'unica attenzione è rivolta alle pelli con couperose, in quel caso il massaggio gommante non deve protrarsi eccessivamente in quanto può stimolare eccessivamente la micro circolazione.
Il Peeling effettua un'azione chimica in quanto lo strato corneo, ormai morto, viene eliminato o per mezzo di prodotti che contengono acidi (i più noti sono gli acidi della frutta come ad esempio l'acido glicolico) oppure tramite enzimi che decompongono le cellule morte agendo da cheratolitici.
In tutti i casi va riposta particolare attenzione all'esposizione solare successivamente al trattamento, in quanto la pelle risulta priva delle naturali protezioni.
Nel caso di Fisiocosmesi, vengono adottati metodi differenti e certamente più fisiologici. L'esfoliazione avviene grazie all'uso di oli naturali che emulsionano le cellule morte, l'eccesso di grassi e di sporcizia e successivamente risciacquati con acqua. Non sussistono controindicazioni all'esposizione solare.

Cosa si intende per “errate pratiche igieniche”?

Sono i lavaggi sbagliati. Spesso vengono utilizzati shampoo aggressivi, adatti più al lavaggio delle stoviglie e ai piatti, che non sono certo adeguati verso la delicata struttura della pelle e i capelli. Ciò avviene per incompetenza o, molto più spesso, perché nella scelta di un prodotto si bada più all'aspetto economico, o di immagine, del prodotto stesso. Nella scelta di uno shampoo bisognerebbe valutare maggiormente almeno le componenti di base del prodotto. L'ideale sarebbe di saper leggere le componenti di un prodotto ma questo non è proprio alla portata di tutti; quindi una alternativa è affidarsi a professionisti (parrucchieri o estetiste) che lo possano fare per noi.

Quali strumenti posso utilizzare per migliorare la tenuta di piega?

La tenuta di piega può essere pregiudicata tanto delle secrezioni alla radice del capello tanto dal depauperamento della struttura su lunghezze e punte. I servizi di ristrutturazione e di ricostruzione, che fanno parte del metodo TRICOSAN, sono selettivi e specifici nel ripristinare tutti gli elementi di cui il capello è composto.

Esiste uno shampoo anti-caduta?

Proprio per la sua funzione lavante, per il fatto che deve essere risciacquato e per le sostanze in esso contenuto, il luogo comune di uno shampoo anti-caduta o energizzante non è corretto. L'unica funzione di uno shampoo è quella di lavare e lo deve fare nella maniera più delicata possibile per non alterare il cuoio capelluto.
Una LOZIONE invece, per il fatto che non viene risciacquata e quindi rimane in testa, può cedere i suoi principi attivi al cuoio capelluto stimolando o migliorando le condizioni cutanee.

Mi hanno proposto una “Consulenza tricologica”. Esattamente come si svolge e a cosa mi può essere utile?

La consulenza tricologia è fondata su una serie di valutazioni relative allo stato del cuoio capelluto e del capello, soprattutto quando questo si discosta dalla cosiddetta normalità o fisiologia naturale. Una consulenza tricologica serve prevalentemente per valutare i processi che il cuoio capelluto incontra o per identificare il corretto prodotto da utilizzare. Con la consulenza si aiuta a mantenere l’equilibrio fisiologico del capello, a correggere inestetismi del capillizio o integrare eventuali carenze di sostanze utili allo stelo del capello.

L'untuosità in cute a cosa è dovuta?

Generalmente associamo untuosità ad un'eccessiva secrezione sebacea: NON SEMPRE è così! Il manto idro lipidico, come dice la parola stessa, è composto anche da una parte acquosa: il sudore. L'untuosità quindi può essere causata da un eccessiva sudorazione (fenomeno dell’iperidrosi) ma anche da una seborrea. Va sempre valutata la prevalenza e quindi trattata per raggiungere un corretto equilibrio.

L'iperidrosi si tratta come la seborrea?

No, le cause sono opposte. All'eccessiva secrezione sebacea si associano squilibri ormonali, a quella sudorale associamo squilibri nervosi. E’evidente che vanno trattati in modo differente e con adeguate sostanze.

Come si tratta la seborrea?

Utilizzando uno shampoo che non provoca un'eccessivo sgrassamento della pelle, causando una iperproduzione di sebo. Il meccanismo che si instaura è “c'è poco sebo, quindi mi devo difendere” ecco che ne produrrà maggiormente.
Shampoo G rosso (o in alcuni casi il G verde) di Fisiocosmesi pulisce la pelle senza provocare uno sgrassamento eccessivo. L'utilizzo della lozione Sebonorm, oltre che ridurre la quantità di sebo assorbita dai capelli, ne riduce fisiologicamente la quantità e qualità.

Come si tratta l'iperidrosi?

Nel caso di iperidrosi è fondamentale l'utilizzo di prodotti delicati e con pH fisiologico nel lavaggio, che possano svolgere una attività antibatterica. Questo per evitare che i batteri presenti sulla pelle possano provocare cattivo odore e irritazioni sulle cute.
Shampoo Idronorm e lozione Idrosan di Fisiocosmesi hanno proprio questo scopo.

I prodotti Fisiocosmesi possono essere usati in gravidanza o durante l'allattamento ?

Tutti i prodotti Fisiocosmesi possono essere utilizzati in gravidanza.
Durante la gravidanza i capelli migliorano ma dopo il parto si nota un peggioramento delle condizioni del capillizio. Si può utilizzare questo periodo per effettuare della prevenzione ed evitare la abbondante caduta dei capelli dopo il parto. Attenzione però perché nel periodo post parto alcuni prodotti, come gli oli essenziali, sarebbe meglio evitarli in quanto potrebbero cambiare sapore al latte materno. Via libera invece all’utilizzo di trattamenti specifici post parto che utilizzano shampoo, condizionanti e lozioni specifici per migliorare lo stato di cute e capelli.

In che modo il mare e la piscina rovinano i capelli ?

Il sole, la salsedine, il sale dell'acqua di mare e il cloro delle piscine intaccano la cheratina del capello lasciandolo arido e secco. In molti casi il cloro e i disinfettanti contenuti nell'acqua della piscina lo privano del contenuto di sali minerali e di sostanze idratanti. L'ideale è utilizzare prodotti Fisiocosmesi in grado di proteggere lo stelo dalla aggressione di queste sostanze e che contengano un filtro specifico per gli uva e uvb. Solo così possiamo mantenere un capello sano e corposo anche durante il periodo estivo o le frequentazioni delle piscine.

Il phon e la piastra rovinano i capelli ?

Più che phon e piastre, è il calore elevato che danneggia il capello. I capelli sono formati da proteine e queste ultime sono sensibili alle temperature estreme. Superando i 90° le proteine tendono a modificarsi, quindi è importante non “abusare” di questi servizi.

Per rinforzare i capelli bisogna tagliarli corti?

È una diceria popolare. Il capello assume gli elementi vitali dal cuoio capelluto ed è quindi fondamentale l'apporto di sostanze nutritive alla cute per rinforzarlo. Il taglio di capelli migliora l'aspetto estetico della persona eliminando le parti del capello che si possono essere rovinate.

Si può curare la caduta androgenetica?

In cosmetica il termine curare è improprio. L'alopecia androgenetica si può trattare attraverso l'utilizzo di sostanze che sono coadiuvanti nel ridurre la trasformazione di sostanze che provocano la miniaturizzazione del capello.

Come agiscono gli shampoo antiforforali comuni? Arrecano danni?

La maggior parte dei prodotti antiforforali hanno lo scopo di impedire di vedere le squame di forfora che si distaccano. Questo scopo, nella stragrande maggioranza dei casi, viene raggiunto incollando letteralmente le squame sul cuoio capelluto e impedendone il distacco. Fisiocosmesi invece raggiunge lo scopo normalizzando il ricambio cellulare e favorendo l'idratazione della pelle.

Ho i capelli colorati che sbiadiscono in fretta, cosa devo fare in questo caso?

Le cause possono essere molteplici. Spesso la causa è da ricercare nei detergenti che sono troppo aggressivi: cambiando shampoo e usando prodotti senza solfato (come quelli della linea Tricosan) il problema si risolve. In altri casi può essere un problema tecnico di applicazione. Un acconciatore preparato da Fisiocosmesi che utilizza la linea di supporto ai trattamenti tecnici non vive questo problema. Usa sostanze all'interno della crema colorata che favoriscono la presa di colore allungandone la durata.

In caso di cute grassa è preferibile omettere l'uso del condizionante?

Assolutamente no. L’obiettivo di un buon condizionante è di riportare la corretta acidità di pelle e capelli. Purtroppo all'interno di molti condizionanti, per dare più lucentezza al capello, vengono inserite sostanze grasse (o oli minerali) che tendono ad appesantire il capello. Con Fisiocosmesi questo non avviene in quanto non contengono grassi di origine minerale. In tutti i casi un condizionante va risciacquato abbondantemente.


Torna al sito

HAIR TEK
Via Castellana, 92/c, 30174 Zelarino, Venezia VE - Tel: 041 906339
P.IVA 03487990271

credits by: Venice Mark